La tostatrice a tamburo PROBAT P05e tosta il caffè con il riscaldatore ad aria elettrico Leister

roestbar_0745.jpg
Storie di successo

Sia che sia lungo, ristretto, con zucchero, amaro, espresso, macchiato, bevuto a casa, al lavoro, in movimento o in un bar, il caffè è la seconda bevanda più consumata al mondo dopo l’acqua. Leggi questo post sul blog per scoprire cosa unisce PROBAT, Leister e il caffè.

Autore: Silke Landtwing, responsabile delle comunicazioni aziendali, Leister Svizzera

Ogni giorno nel mondo vengono consumati 2,6 miliardi di tazze di caffè. Dopo il petrolio, il caffè è la seconda materia prima più scambiata al mondo. Perché noi di Leister siamo interessati al caffè? Poiché l’azienda tedesca PROBAT di Gimborn Maschinenfabrik GmbH, leader mondiale nel settore dei macchinari e dei sistemi per l’industria alimentare e del caffè, ha sviluppato la prima tostatrice a tamburo da banco della serie P con la soluzione elettrica Leister ad aria calda.

Se si esamina più attentamente l’aromatica bevanda, si scopre rapidamente che la tostatura del caffè è un’arte. In tutto il mondo, i maestri torrefattori si dedicano alla tostatura del caffè per creare un gusto eccellente e, soprattutto, un sapore uniforme. Esiste anche un campionato del mondo di tostatura del caffè chiamato World Coffee Roasting Championship.

PROBAT, leader nel mercato e nella tecnologia, ha oltre 150 anni di esperienza nella produzione di tostatrici

Nel corso di quattro generazioni, l’azienda PROBAT di Emmerich, Germania, è diventata leader del mercato e della tecnologia nella produzione di macchine per la tostatura per industrie e negozi. PROBAT è un marchio globale. Le tostatrici, i prodotti e le soluzioni PROBAT sono disponibili in tutti i continenti e in tutte le rinomate aziende di torrefazione.

1880_VerkaufvonGrossroestanlagen_16x9.jpg

Una testimonianza storica della produzione PROBAT del 1880, fonte dell’immagine: © PROBAT

Cosa cercare durante la tostatura del caffè

Durante la tostatura, gli aminoacidi e gli zuccheri acidi contenuti nei chicchi di caffè vengono completamente ricostituiti. In questo modo è possibile produrre fino a 1000 aromi da una sola cella. Quindi, è il processo di tostatura a conferire al caffè il suo aroma speciale.

Diverse macchine per la tostatura del caffè

Per tostare i chicchi verdi in modo aromatico, PROBAT ha sviluppato le seguenti tostatrici: tostatrice da banco, tostatrice a tamburo P60, tostatrice a tamburo Px 120, tostatrice a tamburo Neptune, tostatrice tangenziale Jupiter e tostatrice centrifuga Saturn.

Queste tostatrici sono segmentate in base al rispettivo processo di tostatura e alla cosiddetta dimensione del lotto, ovvero quanti chilogrammi/libbre di caffè si tostano in un’unica operazione.

Tostatrice da laboratorio PROBAT, dotata di riscaldatore ad aria Leister MISTRAL 6 SYSTEM

Sample_Roaster.jpg

A proposito, la più piccola tostatrice PROBAT (fonte dell’immagine: © PROBAT) è la tostatrice da laboratorio. Si utilizza sempre quando i chicchi di caffè sono testati prima dell’acquisto, quando vengono sviluppate nuove ricette e quando vengono create nuove miscele di caffè. Questa piccola tostatrice può contenere fino a 200 g (7,05 oz) di chicchi di caffè. Leister viene riscaldata con aria calda prodotta da MISTRAL 6 SYSTEM, un riscaldatore ad aria compatto e testato a livello mondiale.

Riscaldamento a gas o elettrico ad aria calda

Che si tratti di tostatrici a tamburo, tangenziali o centrifughe, oggi la maggior parte delle macchine per la tostatura del caffè funziona a gas, con poche eccezioni. Tuttavia, in relazione alla salvaguardia del clima, alla sostenibilità e ai requisiti legali, i metodi alternativi di riscaldamento attirano sempre più interesse. Eppure, finora non è stato trovato alcun sistema di riscaldamento elettrico che consenta un processo di tostatura simile a quello ottenuto con il gas. Come mai? Rispetto alle macchine a gas, le prime tostatrici a riscaldamento elettrico sono considerate lente.

In questo ambito, lento significa che la curva di tostatura non sale abbastanza velocemente dopo il “punto di svolta”. Questo perché la temperatura dell’aria calda generata elettricamente è troppo bassa. Di conseguenza, è impossibile seguire la curva di tostatura specificata dal torrefattore per ottenere ripetutamente una tostatura costante e uniforme da lotto a lotto. Ma è proprio questa la cosa essenziale quando si tosta il caffè, perché l’aroma del caffè deve essere sempre lo stesso. I clienti, in fondo, comprano un caffè perché ha l’aroma che preferiscono. Non vogliono che il loro caffè abbia ogni volta un sapore diverso.

È una questione di giusta curva di tostatura

Come già ricordato, i maestri torrefattori sono artisti che hanno molta esperienza pratica. Le ricette di tostatura che creano sono programmi di tostatura con cui la tostatrice produce ripetutamente un caffè specifico e con il suo tipico aroma. Il cuore della ricetta è la “curva della temperatura target dei chicchi” durante tutto il tempo di tostatura.

Il grafico (fonte grafico: © PROBAT) mostra chiaramente come la temperatura si abbassa dopo il riempimento con i chicchi da tostare. Naturalmente, il torrefattore tiene conto di questo aspetto nel programma di tostatura.

  1. Temperatura del prodotto - Tostatrice riscaldata elettricamente
  2. Temperatura del prodotto - Tostatrice riscaldata a gas
  3. Temperatura dell’aria di scarico - Tostatrice riscaldata elettricamente
  4. Temperatura dell’aria di scarico - Tostatrice riscaldata a gas

Il software controlla i parametri della macchina. Questi sono la potenza del bruciatore e quindi la temperatura del bruciatore, il flusso dell’aria, la velocità del tamburo e la temperatura iniziale, che devono seguire con estrema precisione la curva di tostatura indicata dal torrefattore. Il tutto con una precisione di (+/- 0,5 gradi). Questo processo garantisce la produzione ripetuta della stessa qualità desiderata di caffè.

PROBAT e Leister sviluppano un sistema di riscaldamento elettrico per la tostatrice a tamburo da banco P05

In cerca di un’alternativa al riscaldamento a gas della tostatrice a tamburo da banco P05, PROBAT si è rivolta a Leister. Lo scopo era collaborare per sviluppare un sistema di riscaldamento elettrico che funzionasse davvero. E ha funzionato. Insieme, PROBAT e Leister hanno sostituito l’esistente riscaldatore a gas da 14 kW della tostatrice a tamburo P05 con un riscaldatore elettrico Leister da 17 kW. Inoltre, il controllo del sistema di riscaldamento è stato modificato e il processo ottimizzato.

20210930_120744_16x9.jpg

Il sistema di riscaldamento elettrico Leister è costituito da un soffiante, dal riscaldatore ad aria Leister LE 10000 DF-C e un sensore di temperatura per il controllo del sistema. L’intera unità è progettata in modo da poter essere installata nella tostatrice P05 in sostituzione al riscaldamento a gas. La figura mostra il sistema di riscaldamento elettrico già installato. Il riscaldatore ad aria è evidenziato visivamente.

Si tratta di vera svolta nello sviluppo di tostatrici a tamburo da banco

Con la tostatrice a tamburo P05 (fonte dell'immagine: © PROBAT), PROBAT è riuscita a sviluppare la prima tostatrice a tamburo da banco che può essere utilizzata in modo analogo a una tostatrice a gas e fornisce ripetutamente risultati di tostatura identici. Una vera rivoluzione nello sviluppo di tostatrici a tamburo riscaldate elettricamente con una dimensione del lotto di 5 kg (11 lbs).

La tostatrice a tamburo P05 può essere installata molto più facilmente e rapidamente rispetto a una tostatrice a tamburo riscaldata a gas. Può, inoltre, essere montata ovunque sia vietato l’uso di gas. Per esempio, nei centri commerciali, negli eventi catering e in altri luoghi dove i fuochi liberi non sono permessi.

Dietmar Wißen, Development Project Manager for Research & Innovation presso gli stabilimenti PROBAT di Gimborn Maschinenfabrik GmbH, è entusiasta della soluzione Leister ad aria calda elettrica: “La tostatrice a tamburo P05 con riscaldatore ad aria elettrico Leister può essere controllata con la stessa flessibilità di un bruciatore a gas e consente la stessa qualità di tostatura”.

Anche Stephan Rüegg, Business Development Manager di Process Heat presso Swiss Leister Technologies AG, ne è soddisfatto: “Ci riempie di orgoglio aver trovato, insieme a PROBAT, una soluzione ecologica per riscaldare le tostatrici da banco con aria calda. Questa soluzione offre una buona alternativa al gas per tutti i torrefattori che tengono all’ambiente tanto quanto Leister”.

Un ringraziamento speciale

Desideriamo ringraziare PROBAT per l’incarico e la fiducia, nonché per l’ottima collaborazione in questo entusiasmante progetto.

PROBAT ci ha gentilmente fornito le immagini e i grafici presenti nel post del blog (fonte di immagini e grafici: © PROBAT). Vi ringraziamo per averci permesso di pubblicare la storia di questo successo comune.